Cerca

L A F A V E L A

idee musica arti performative casa

Nuovi progetti 2017

Siete pronti per la nuova estate alla Favela? Noi ci stiamo preparando per organizzare la festa dei 10 anni de il CALAR DEL SOL!

E poi una grande sorpresa:

Lumèn, nidi per scintille, 21 e 22 luglio 2017

la prima rassegna di arti performative nell’aia. Per partecipare con una propria opera ecco qui il bandomagnificoteatrino.wordpress.com/lumen/

AL CALAR DEL SOL – settembre

Lunedì 7 settembre ultimo appuntamento della nostra rassegna di concerti al tramonto, nell’aia della Favela.
Concludiamo in bellezza con Njamy Sitson, un artista del Camerun esperto in polifonie vocali centrafricane che ci presenta parte del suo nuovo spettacolo in solo. A seguire il nostro solito buffet dell’orto e il trio capitanato dal chitarrista Aldo Betto che ci propone i suoi brani strumentali.

Dalle 20.30:

-NJAMY SITSON (Camerun)

-Buffet dell’orto

-ALDO BETTO TRIO
Aldo Betto – chitarra
Blake C.S. Franchetto – basso
Youssef Ait Bouazza – batteria

Per partecipare alla serata è necessario prenotarsi a questo link (facilissimo):
http://goo.gl/forms/zP0ue0Dr6A

NB: la risposta non è automatica, vi preghiamo di attendere vi manderemo uno a uno la conferma nel giro di 24 ore

 

AL CALAR DEL SOL – Agosto

Rassegna di Musiche Originali nell Aia
-ottava edizione-

*PUNTO E VIRGOLA -L’uomo dei tuoi sogni

Gabriele Graziani – voce

Alessandro Maltoni – voce, chitarra

*BUFFET dell ORTO

*HOBBY HORSE
Dan Kinzelman – sax tenore, clarinetti, flauti, tastiere, percussioni, voce;
Joe Rehmer – contrabbasso, tastiere, voce;
Stefano Tamborrino – batteria, percussioni, voce

Formatisi nel 2008, gli Hobby Horse hanno già alle spalle tre dischi autoprodotti e un centinaio di concerti in Italia, Europa e Stati Uniti quando approdano alla Parco della Musica Records: è il 2012 e realizzano il disco Eponymous, perfetta sintesi della loro musica. Questo trio, che affianca in maniera paritetica tre dei più significativi rappresentanti della ‘new wave’ jazzistica italiana (Kinzelman e Rehmer risiedono stabilmente da anni nel nostro paese), interseca slanci dinamici e improvvisazioni dall’incedere ipnotico, assorbendo e metabolizzando spunti dal free jazz, l’ambient, il rock e rifacendosi, nel repertorio, anche a Tom Waits, Robert Wyatt, Thelonious Monk.

——————————-

IMPORTANTE!!!
DA QUEST’ANNO C’E UNA NOVITA’: L’ENTRATA E’ A NUMERO CHIUSO A PRENOTAZIONE, FINO A 150 PARTECIPANTI.

COME PRENOTARSI
Compilate questo form personale attivo dal 27 LUGLIO http://goo.gl/forms/KNCc5ccq74

 che sarà ANCHE la vostra tessera associativa, se non l avete ancora.

Siamo orgogliosi del fatto che l’affluenza di pubblico sia cresciuta di anno in anno ma abbiamo capito che in fondo non ci interessa diventare “grandi” e che è più importante offrire una serata di musica di qualità.
Manteniamo così lo spirito originale del Calar del Sol, ovvero di un luogo in cui VOI e NOI ascoltiamo musica stando bene nel silenzio e nella pace della campagna estiva.
…e ricordatevi che vi aspetta il nostro super buffet dell’orto.

Grazie del supporto e del passaparola

AL CALAR DEL SOL – Luglio

Rassegna di Musiche Originali nell Aia
-ottava edizione-
* MARCO COLONNA – clarinetto solo* BUFFET DELL’ORTO

* ANISSA GOUIZI & MED MELANGE “Centomari”
Anissa Gouizi – voce, flauto
Emilio Marinelli – pianoforte
Gionni di Clemente – oud, strumenti a corda
Giacomo Dominici – contrabbasso
Francesco Savoretti – percussioni
Tommaso Vecchiarelli – laptop, elettronica

Cantautrice italo-algerina, Anissa Gouizi ha vinto il premio come miglior talento al Festival internazionale di Fara-Sabina 2012.
Un insieme di testi e melodie in varie lingue e suoni che vanno dall’italiano al francese all’arabo e testimoniano la voglia di raccontare e raccontarsi con particolare attenzione alla dimensione del viaggio, della migrazione sia essa concreta o semplicemente uno stato dell’anima.

___________________________

IMPORTANTE!!!
DA QUEST’ANNO C’E UNA NOVITA’: L’ENTRATA E’ A NUMERO CHIUSO A PRENOTAZIONE, FINO A 150 PARTECIPANTI.
Siamo orgogliosi del fatto che l’affluenza di pubblico sia cresciuta di anno in anno ma abbiamo capito che in fondo non ci interessa diventare “grandi” e che è più importante offrire una serata di musica di qualità.
Manteniamo così lo spirito originale del Calar del Sol, ovvero di un luogo in cui VOI e NOI ascoltiamo musica stando bene nel silenzio e nella pace della campagna estiva.
Essendo un’associazione culturale indipendente dobbiamo far fronte ad una serie di problematiche concrete come ad esempio parcheggi, cucina e vicinato.
Ci stiamo preparando per accogliervi nel migliore dei modi, ricavando dal nostro campo di grano appena mietuto il parcheggio per le vostre auto e ricordatevi che vi aspetta il nostro super buffet dell’orto.

COME PRENOTARSI
Compilate questo form personale http://goo.gl/forms/AE5i2ES2OT
che sarà anche la vostra tessera associativa. All’entrata della Favela la ritirerete senza fare file.
Tutto qua.

Grazie del supporto e del passaparola

al-calar-del-sol-2015

 

Favela FUNK – 10 years

 

Festeggiamo il decimo compleanno della festa più bella dell’estate in una nuova location spettacolare, sulle sponde di un LAGO!!!!!
Preparatevi al SOUL TRAIN più lungo di sempre e a qualche sorpresa, con i djs che ci hanno fatto ballare in questi dieci anni di FAVELA FUNK.Dalle ore 22.30
Dj Federico F
Dj Lelli
Dj Nersone

INGRESSO LIBERO
con possibilità di cenare prima della festa alla BAITA DEL LAGO:
dalle ore 20 in poi, menù fisso a 20 euro
-Antipasto di benvenuto
-Strozzapreti panna salsiccia e sangiovese
-Misto carne ai ferri con patate fritte
-Vino acqua e caffè
-Menù alternativo per VEGETARIANI
(prenotazione al 333 2015751 / 0545 63517)

Dove?
Via San Gervasio 18/A, Bagnacavallo (RA)
https://www.google.it/maps/dir//44.4039659,11.999098/@44.4039567,11.9991868,13z/data=!4m4!4m3!1m0!1m0!3e0

10547097_10203462933507816_1468536220991923541_o

Programma AL CALAR DEL SOL 2014

Siamo giunti alla settima edizione della nostra rassegna di musiche originali “AL CALAR DEL SOL”

Ecco IL PROGRAMMA!

.

lunedì 7 LUGLIO

RICCARDO LOLLI  “Fuori Catalogo”

Riccardo Lolli  – tastiere/ voce

Enrico Farnedi – ukulele/ cori

lolli

> Buffet dell’orto

ELOISA ATTI  “Penelope”

Eloisa Atti –  voce/tastiera/concertina/ukulele/violino

Enrico Farnedi – voce/tromba/ukulele

Riccardo Lolli – voce/tastiera

Antonio Gramentieri –  chitarra

Francesco Giampaoli –  basso

Diego Sapignoli –  batteria

ELOISA PENELOPE

.

lunedì 4 AGOSTO

SERGIO CASABIANCA

Sergio Casabianca – voce, chitarra

SERGIOCASABIANCA

>Buffet dell’orto

MUCK

Federico Squassabia – Tastiere/ Effetti/ Composizione

Marco Frattini – Batteria/ Percussioni/ Composizione

Daniel Corbelli – chitarra

THE MUCK

.

lunedì 1 SETTEMBRE

INTERIORS  “Arredamenti sonori per ambienti spaziosi

Erica Scherl – violino/effetti/ looper

Valerio Corzani  – basso semiacustico/ basso tinozza/ iphone/ laptop/ voce

interiors

>Buffet dell’orto

TATI VALLE  “Livro dos dias”

Tati Valle – voce/ chitarra

Angelo Trabucco – piano/sintetizzatori

Bruno Marcozzi – batteria

Nicola di Camillo – contrabbasso
461062_10151384716687303_1346381326_o

AL CALAR DEL SOL – 2 settembre- Casini/JOYEUX

Alle 20.30 BARBARA CASINI presenterà il suo libro “Se tutto è musica. Pensieri e parole dei compositori brasiliani”. A seguire salirà sul palco SANDRO JOYEUX, musicista francese giramondo che presenterà il suo ultimo disco omonimo.
Durante la serata, come sempre, il buffet dell’orto e i dischi di Lorenzo Nada

BARBARA CASINI
“Se tutto è musica, pensieri e parole dei compositori brasiliani” (Angelica Editore, 2012)
Gilberto Gil, Guinga, Joyce Moreno, Dori Caymmi, Nana Caymmi, Danilo Caymmi, Edu Lobo, Georgiana de Moraes, Paulo Jobim, Novelli, Egberto Gismonti, Francis Hime, Fatima Guedes, Geraldo Azevedo, Miúcha, Chico Buarque de Hollanda, Hermeto Pascoal, Ivan Lins.
Diciotto conversazioni che aprono altrettante finestre sul mondo pieno di fascino dei grandi compositori brasiliani contemporanei. Un territorio vastissimo, all’interno del quale l’autrice ha operato una scelta dettata non solo dalla disponibilità delle singole persone, ma anche e soprattutto dall’importanza che i vari personaggi hanno avuto nella sua formazione di musicista. Non si tratta di interviste tradizionali in senso stretto: ognuno è stato lasciato libero di raccontare come ha preferito i meccanismi di quel processo che è la composizione. I contributi risultano tra di loro quanto mai diversi nei contenuti e anche nell’estensione, così come varia la presenza e l’intervento dell’intervistatrice. Barbara Casini ha incontrato i musicisti o le persone a loro legate affettivamente, come accade per Paulo Jobim, Nana Caymmi e Georgiana de Moraes, (che raccontano dei loro padri) e per Miúcha (che fornisce la sua testimonianza su João Gilberto), quasi sempre nelle loro case. La fotografa Lilli Bacci (o in sua assenza qualche fotografo occasionale) ha documentato gli incontri con una serie di scatti di cui il libro contiene una selezione. Ad accompagnare l’autrice in questo viaggio, contribuendo con le sue memorie personali, è il pernambucano Novelli, musicista e compositore che ha collaborato con quasi tutti i colleghi intervistati. Le conversazioni si sono svolte quasi interamente a Rio, ma nei racconti riecheggia il ricchissimo panorama musicale di tutte le aree del Paese.

SANDRO JOYEUX
Sandro Joyeux – voce, chitarra
Sergio di Leo – basso

Musicista giramondo, getta un ponte tra la canzone francese e i ritmi del mondo, mescola musica di viaggi, di danza e di condivisione. Nei suoi spettacoli ti trascina fra le strade del Mali, del Congo, del Senegal, passando per la Jamaica e l’Europa. Le sue canzoni parlano di città lontane, raccontano storie di villaggi di bambini soldato, di fiumi e di foreste in pericolo. Il suo essere un “one man band” e la sua devozione per l’autostop gli hanno permesso negli anni di suonare in diverse parti del mondo, da Brooklyn a Bamako, nelle situazioni più disparate incontrando musicisti e maestri con cui ha arricchito il suo stile musicale. La sua ispirazione fortemente votata al racconto di un mondo che migra e si trasforma, ne rende il messaggio quanto mai importante ed attuale.
Registrato tra Napoli, Roma e Lille nel 2012 e prodotto da Mr. Few, il disco ”Sandro Joyeux” è la summa dell’esperienza dell’artista francese che, negli ultimi sedici anni, ha viaggiato tra l’Africa e l’Europa. Mezzo milione di chilometri con la chitarra sulle spalle per raccogliere tradizioni, dialetti e suoni del sud del mondo. Vede la partecipazione di 13 musicisti provenienti da cinque diversi Paesi: tra questi Daniele Sepe al sax, Madya Diebaté alla kora, Moussa Traore alle percussioni e la voce di Ilaria Graziano.

Recensione Rock.it:
http://www.rockit.it/recensione/21128/sandrojoyeux-sandro-joyeux

Link video:
Sur Les Rives, Live @ Angelo Mai, Roma
http://www.youtube.com/watch?v=ognq5FtjCzc
La Repubblica TV – Antischavitour
http://video.repubblica.it/dossier/emergenza-lampedusa-2010/musica-nei-campi-contro-lo-sfruttamento-la-sfida-di-sandro/109480/107865

AL CALAR DEL SOL 5agosto

PAVEL URQUIZA

 

Rassegna di musiche originali nell’aia della Favela

-ore 20.30 CARLO MAVER “Storie di Bandoneon”
-ore 21 buffet dell’orto
-ore 21.30 PAVEL URQUIZA (Cuba)
durante la serata dj-set FEDERICOF

CARLO MAVER “Storie di Bandoneon”
(bandoneon, flauto)
Nel 2002 si diploma in flauto traverso al Conservatorio di Musica “G.B. Martini” di Bologna con il M° Giorgio Zagnoni. Tra il 2002 ed il 2004 studia con il grande Maestro di bandoneon Dino Saluzzi .
Oltre ad essere leader e fondatore del Maver Quartet, è impegnato in una intensa attività concertistica che lo porta a vivere esperienze musicali con Teo Ciavarella, Hengel Gualdi, Nicola Stilo, Javier Girotto, Cheryl Porter, Kay Foster Jackson, ecc.
Suona in festival e club in tutta Italia e all’estero (Argentina, Spagna, Etiopia, Turchia, Francia, Afghanistan, Albania, Bali, ecc). Nel 2003 partecipa con l’attrice Angela Malfitano al Concorso poetico musicale “Ermo Colle” con uno spettacolo di musiche originali su testi di Pablo Neruda e Carlo Maver, vincendo il premio del pubblico.
Dal 2008 partecipa ai progetti “Pasiòn Argentina” e “Misa Criolla” del gruppo Del Barrio. E’ fondatore e direttore artistico del festival “L’Eco della Musica”, negli appennini bolognesi.

PAVEL URQUIZA
(voce, chitarra)
Compositor, arreglista excepcional de gran sensibilidad y apertura hacia las culturas musicales del mundo. Guitarrista y cantante de origen cubano, nacido en Ucrania el 2 de junio de 1963. Reconocido como “maestro” por sus aportaciones a la música Afro-cubana, insertada en el World music, destacándose en un estilo de fusión denominado Filin Progresivo, cuya sonoridad y lírica se basan en la interacción entre géneros de la música Afrocubana, el Filin, el Jazz y el Flamenco, así como otros ritmos Africanos, Brasileños, Caribeños, del Mediterráneo, el Oriente y la India.
Durante varios años trabajó como asesor musical del grupo Teatro Estudio de La Habana, combinándolo con su actividad como compositor.
Ha escrito música para teatro y cine, destacándose en la composición de la banda sonora de la producción cinematográfica hispano-cubana “Las noches de Constantinopla”, dirigida por Orlando Rojas.

En 1990 formó el dúo Gema y Pavel, junto a la cantante cubana Gema Corredera, abriendo un capítulo en la historia de la música cubana. El dúo ha recorrido las Américas, el Caribe y Europa con una destacada participación en reconocidos festivales. Gema y Pavel han compartido escenarios con artistas de la talla de Ketama, Alejandro Sanz, Tito Puente, Pablo Milanés, Martirio, Marta Valdés, Carlos Cano, Pedro Guerra, Javier Ruibal, Lenine, Angelique Kidjo y Meme Solís, entre otros muchos.

Urkiza ha publicado más de 40 composiciones en discos propios y del dúo Gema y Pavel, así como en producciones de artistas de la talla de Luis Enrique, Ana Torroja, Miguel Bosé, Albita Rodríguez, Ketama, Cristina del Valle, Echegaray, Yusa, Omara Portuondo y Claudia Gómez. Ha participado como intérprete, guitarrista y arreglista en el disco “Filosofía caribeña” del prestigioso artista del área de la Bahía de SF, John Santos. Ha sido productor musical de más de 10 producciones discográficas incluyendo las de Gema y Pavel y de artistas como Virtudes Moreno, Giselle Solís, así como otras junto al poeta F. Javier Rahim. A su vez, arreglado temas en los discos de artistas como Sofía Rei Koutsovitis, Rosalía y Sofia Tosello.

Actualmente se desempeña como productor musical, arreglista y compositor. Se presenta como “Pavel Urkiza & Descarga Subterránea” en formato de banda. Pavel también aparece en solitario como Afro-Cuban Spanish Guitar and vocal with “Fillin”. Además emerge con ¡Akokán! junto al músico puertorriqueño Ricardo Pons, desarrollando un concepto en el que el diálogo acústico entre su guitarra, la voz y los vientos-madera tocados por Pons son la espina dorsal de esta propuesta.

20 luglio FAVELA FUNK +soul train

C’è una sola grande FESTA alla Favela

Si chiama FAVELA FUNK

Djs Lelli, Federico F e Nersone dalle 22.30 l’aia della Favela Chic diventa pista da ballo!

Vieni a ballare a piedi nudi i migliori vinili di FUNK e prepara il tuo passaggio danzante al richiamo del SOUL TRAIN!

sabato 20 luglio

Favela Funk 2013 – nona edizione

entrata libera e danzante

Blog su WordPress.com.

Su ↑