Cerca

L A F A V E L A

idee musica arti performative casa

Calar del Sol 1luglio2013

Rassegna di musiche originali in cortile, al tramonto.
Anno VI

(per chi facesse riferimento al depliant, il programma musicale è in parte cambiato)

LUNEDI 1 LUGLIO

– ore 20.30 FRANCESCO GUERRI: “Prima di qualsiasi altra cosa allora si perderà”

– ore 21 Buffet dell’orto

– ore 21.30 UNDERDOG: “Keep Calm”

[durante il buffet e dopo i concerti: dj set NADA]

FRANCESCO GUERRI

“Prima di qualsiasi altra cosa allora si perderà” è un percorso teso, in cui un’anacronistica ricerca melodica e timbrica si scontra con la sete di comunicare, di assorbire e restituire, fuori dal torpore dell’inutile. Composizione ed improvvisazione, fortemente annodate a questa tensione, si compenetrano dando vita ad un linguaggio contemporaneo, che uscendo dalle classificazioni di genere a cui spesso è associato il violoncello, si nutre di rock, musica elettronica e minimalismo.
Francesco Guerri è nato a Cesena nel 1977. Nel 2000 si diploma al Conservatorio di Musica “B. Maderna” di Cesena con in massimo dei voti. Subito dopo l’esame esce dall’edificio con l’amato primo concerto per violoncello di Shostakovich sotto braccio, per non tornare più indietro. Si avvicina da allora alla musica improvvisata, elettroacustica e al rock. Ha suonato insieme a Tristan Honsinger, Carla Bozulich, Ches Smith, Cris Corsano, Fabrizio Spera, Fabrizio Puglisi, Alberto Fiori, Vincenzo Vasi, Laurence “Butch” Morris, William Parker, Nicola Guazzaloca e molti altri.
Dal 2009 suona in duo con Carla Bozulich.
In ambito teatrale e performativo collabora conTeatrino Clandestino, Francesca Grilli, Chiara Guidi – Societas Raffaello Sanzio.
Dal 2001 lavora presso il Day Hospital di Psichiatria e Psicoterapia dell’Età Evolutiva dell’Ospedale “Maggiore” di Bologna occupandosi di disagio in età evolutiva. Vita vera, mostri veri!

http://francescoguerri.tumblr.com/
http://www.youtube.com/watch?v=ldF-0NMKaeU

UNDERDOG (Roma) è un progetto che prende spunto dalla biografia di Charles Mingus “Beneath the Underdog”.
L’obiettivo è una miscela ritmica di sonorità jazzistiche e vari stili che trovano ispirazione (tra gli altri) in Kurt Weill, Nick Cave, Tom Waits e nella elaborazione musicale di gruppi come Einstuerzende Neubauten, Brainiac e Primus.
La musica degli Underdog è un gioco di contrasto tra una voce maschile schizofrenica e nasale e un cantato femminile angelico e bellissimo.
Il gruppo nasce e si evolve in forma aperta: collaborazioni e rivisitazioni dei brani avvengono di continuo.
Musica in forma di orchestra di sette elementi, in continuo moto d’equilibrio.
In ogni brano, ognuno sceglie il proprio ruolo e il proprio rumore: sette teste che suonano e che, incessantemente, continuano a esplorare, a sporcarsi, a mettersi in discussione.

Diego Pandiscia- voce e basso
Valentina Tramacere- voce
Alberto Fiori- piano
Francesco Cipriani- chitarra
Alberto Vidmar -trombone
Tommaso Moretti- batteria

http://www.underdogmusic.it/index.html
http://www.youtube.com/watch?v=kb03HC3m_Wk
http://www.youtube.com/watch?v=AovE8jfv6Ko

Ricominciano i CONCERTI nell’aia della Favela: AL CALAR DEL SOL 6a Edizione

LUNEDI’ 3 GIUGNO

sol1

Primo dei 4 appuntamenti estivi con la Rassegna di musiche originali, alla Favela, giunta quest’anno alla 6 (sesta) edizione.

Ogni primo lunedi dei mesi estivi, in cortile al tramonto.

Lunedi 3 giugno

ore 20.30 WHAT ABOUT DUST

Marta Raviglia: voce, elettronica Simone Massaron: chitarra, elettronica

http://www.martaraviglia.com

http://www.simonemassaron.com

Buffet dell’orto!!!

ore 21.30 BAD UOK

Leonardo Rizzi: chitarra, chitarra baritono Federico Pierantoni: trombone Andrea Calì: piano, rhodes Andrea Grillini: batteria http://www.baduok.com/

djset NADA

SCARICA IL PROGRAMMA COMPLETO DELLA RASSEGNA QUI: http://www.matteozanotti.com/LaFavela2013.pdf

FIN DE SEMAINE AFRO 2013

467084_10200508715214205_75996848_o

Una domenica africana alla Favela, laboratori di musica e canto sotto la quercia e concerti sotto il fico. L’appuntamento che da 5 anni inaugura la nostra stagione estiva

Al pomeriggio..in una location speciale… sotto la quercia dei pensieri:
h 16-18 laboratorio di percussioni (djembe e tamburi bassi)
h 18-20 laboratorio di canto tradizionale guineano
con GASSIM CAMARA (Guinea Conakry).

Dalle 20 buffet con dj FedericoF

a seguire in concerto
GASSIM CAMARA (voce,gongoma,bolon)
PAPIS KOUYATE (kora)

DRUM FARE’ Quartetto d’arti
Denise Galassi, Giovanna Caputi – danza
Stefano Fabbri, Marco Zanotti – batteria

_________________________________________

Per info lafavelachic@gmail.com
338 3306033

Per iscrizione ai laboratori
328 2842653 denise.galassi@gmail.com

Radio Favela

Mar h 17.00; Gio h 17.00 in streaming

RADIO FAVELA

La radio che non ti aspettavi

A grande richiesta torna l’appuntamento settimanale Radiofonico della Favela: ogni settimana musica dal mondo, jazz, musica d’autore italiana e tanto altro. Tieniti aggiornato sul nostro FB, la trasmissione comincerà a novembre.

Radio Favela è: Marco Zanotti, Luchino Lombardi, Rocco Casino Papia, Cristina Renzetti, Valeria Nasci, Marco Borghesi, Margherita Ghetti, Alice Lucci, Francesco Spada

connettiti su radiosonora.it e cerca Radio Favela

Al Calar del Sol – Settembre

20.30: GIANCARLO BIANCHETTI
21.00: BUFFET DELLA FAVELA
21.30: DOgs
+ DJ NADA

Ultimo appuntamento di questa estate musicale alla Favela.
Ma la pioggia? Fa bene alla terra, ecco perché se pioverà, come dicono i meteo, non ci arrabbieremo!
In caso di PIOGGIA il Calar del Sol verrà spostato al Lunedì sucessivo, il 10 settembre. Stesso programma e certamente un buffet dell’orto generoso.
Tenetevi aggiornati sulla nostra pagina fb.GIANCARLO BIANCHETTIBIANCHETTI presenta alla Favela il suo primo disco da solista.
Diplomato a pieni voti in chitarra presso il conservatorio “G. Frescobaldi” di Ferrara con il M° Leonardo De Angelis, studia parallelamente chitarra jazz e armonia funzionale col M° Antonio Cavicchi. Dai primi anni novanta svolge una intensa attività concertistica che lo porta a incontrare e suonare con musicisti come Jack Walrath e Tony Castellano (jazzIvrea’91) Steve Grossman, Tony Scott, Carlo Atti (jazz al Capolinea), Marco Tamburini (Umbria Jazz ‘93 in trio con Paolo Ghetti al contrabbasso), Ares Tavolazzi, Sandro Gibellini, Piero Odorici, Pietro e Marcello Tonolo, Luciano Milanese,Tullio De Piscopo, i fratelli Pingone. Dal 1990 collabora con la cantante bolognese Silvia Donati, con la quale, condividendo la passione per la musica brasiliana, incontra il chitarrista-cantante brasiliano Zeduardo Martins e il bassista afro-romagnolo Davide Garattoni; nasce così il primo nucleo del gruppo Arcoiris. Dal ‘95 al 2004 circa ha fatto parte del gruppo che accompagna il cantautore Vinicio Capossela, con cui partecipa alla registrazione di tre CD (il Ballo di S.Vito, LiveinVolvo, Canzoni a manovella).

DOgs

DOgs (jazz/rock/elettronica) DOgs è un progetto musicale che abbraccia diversi linguaggi, dal jazz al rock, per arrivare fino all’elettronica. Nasce da un’idea del trombonista Marcello “Jandù” Detti con lo scopo di avvicinare tra loro strumenti acustici tradizionali con strumenti elettrici ed elettronici, per creare una sorta di “pentola magica” di suoni. Le composizioni, tutte originali, derivano da una miscela di tromboni, saxofoni, chitarre e conchiglie suonate come se fossero un unico strumento a fiato, che dialogano tra di loro in un’incalzante improvvisazione dai ritmi jazz, rock, drum&base e swing elettronici. L’elettronica dal vivo ha il divertente compito di prendere il tutto e riproporlo a volte distorto, a volte stravolto, diventanto un importante ingrediente per aggiungere un po’ di “pepe” alle dinamiche del soundIl progetto DOgs vede la partecipazione di nomi importanti della scena jazz/improvvisativa italiana. I suoi componenti sono: Beppe Scardino al sax baritono e clarinetto basso (baritonista di Gianluca Petrella e collaboratore di musicisti come Toni Cattano, Francesco Cusa, Pasquale Mirra ecc.), Marco Frattini alla batteria e rumorosi oggetti (vincitore premio Tenco con Max Manfredi, inoltre collabora con Pasquale Mirra, Giancarlo Bianchetti, Giancarlo Giannini, Giacomo Toni e la 900 Band ecc.), Massimiliano Amadori alla chitarra elettrica (componente dello storico gruppo dei Mazapegul, ha collaborato con il grande Mark Ribot e, ancora, con Jang Senato, Gli Ex ecc.), Franco Beat all’elettronica dal vivo (manipolatore sonoro di artisti come John De Leo, Gianluca Petrella, Gianni Gebbia) e infine Marcello”Jandù” Detti al trombone, basso tuba, conchiglie e direzione orchestrale (collabora con Giacomo Toni e 900 Band, Saluti da Saturno, Nobraino, Antonio Coatti, Fratelli Brassi, Banda Olifante). Il live dei DOgs si basa su un un’ora di musica ricca di colori, sia a livello ritmico che a livello di suoni, utilizzati con lo scopo di incuriosire il pubblico e creare stupore anche a livello visivo, grazie all’utilizzo inedito di strumenti come conchiglie marine giganti, trombe a coulisse, clarinetti bassi e altre curiose trovate.

Al Calar del Sol – 6 agosto

20.30: FABIO MINA – solo
21: buffet
21.30: AY! “Sanba” (avant latin)
+ Lorenzo Nada (dj set)

FABIO MINA

Si è diplomato nel 2004 al Conservatorio di Pesaro e dal 2000 si è dedicato alla composizione. Durante gli anni del conservatorio, parallelamente agli studi accademici, ha iniziato l’esperienza dell’ improvvisazione, inizialmente in un contesto jazzistico poi in uno spazio musicale che non avesse confini.
Ha studiato la musica del nord dell’India, del Giappone e Persiana e dal 2002 ha cominciato lo studio del Bansuri (il faluto traverso indiano), del dizi e del bawu (due tipi di flauti cinesi), del duduk (oboe armeno) dello shakuhachi (flauto giapponese della tradizione Zen) e del ney (il flauto tradizionale turco).
Si interessa da tempo di musica antica e sacra di diversa provenienza geografica.
Ha frequentato workshop di Markus Stockhausen, Kenny Wheller, Tristan Honsinger, Sascha Armbruster, Burkhard Beins, Orm Finnendahl.
Collabora da anni con Markus Stockhausen, il quale partecipa al progetto discografico “VIREO” nel 2011. Leggi: http://www.aktivraummusik.de/it/cddetails,106?sess=94ac1a219887197f3aa422d18e136765

AY!

Prendete il folklore sudamericano, aggiungete poliritmi africani e velleità caraibiche. Capovolgeteli, spezzettateli, esasperateli e inseriteli in contesti malleabili e coinvolgenti di funk, punk-jazz e noise. Avrete allora “Sanba”, opera prima del trio avant-latin AY! (Megasound 2011)
Nato dalla sinergia di elementi di spicco della scena jazz e di avanguardia romana, di cui due di base nella capitale e uno in trasferta a Bruxelles, AY! prende spunto dagli stili e dalle esperienze musicali maturate in gruppi attivi nei circuiti dell’underground europeo, in particolare Squartet per Marcucci e Di Gasbarro, e Heinz Karlhausen & the Diatonics per Martini. Composto ed arrangiato necessariamente a più riprese vista la distanza che separa i tre musicisti, “Sanba” è il primo Ep del trio, il risultato di frenetiche sessioni di prove chiusi in garage tra aprile e novembre 2011 e arricchito poi in studio da collaborazioni con illustri musicisti esterni come il sassofonista Carlo Conti e il percussionista Nique Quentin.

Musicista eclettico, compositore, arrangiatore, insegnante di musica e turnista, Fabiano Marcucci ha lavorato con artisti pop italiani come Nada, Antonella Ruggiero, Ardecore, ha collaborato con l’Orchestra Parco della Musica Contemporanea Ensamble e ha composto musica per spettacoli teatrali e sonorizzazioni di film. Suona nel duo classico Marcucci/Tarducci, in orchestre sia classiche che jazz e in gruppi d’avanguardia come gli Squartet.

Romano ma stabilitosi a Bruxelles dopo essersi diplomato in sassofono jazz al conservatorio di Rotterdam, Daniele Martini si sta gradualmente affermando come una voce originale nel panorama musicale europeo, con collaborazioni illustri quali quella con Nate Wooley e con Jozef Dumoulin, il trio con i britannici Mark Sanders e Dominic Lash e i progetti Roll Call e Tetterapadequ, con cui ha inciso per l’etichetta di fama mondiale Clean Feed. Fa parte di progetti musicali dagli stili molto diversi con cui si é esibito in diversi paesi europei e non: dall’afrobeat di World Squad che lui stesso dirige, spesso affiancato da Kologbo degli Africa 70 di Fela Kuti, al brutal-jazz Heinz Karlhausen & The Diatonics, di base a Rotterdam, l’impro-jazzrock di Mulabanda, il jazz contemporaneo di Noi Trio. Di recente formazione é un quartetto con Sanne van Hek e Michel Hatzigeorgiu degli Akamoon, incentrato sul repertorio di Ornette Coleman e la scuola di Tristano.

Marco Di Gasbarro dal 1996 suona la batteria in gruppi punk, jazz e di avanguardia, tra cui il trio Squartet, con Fabiano Marcucci al basso e Manlio Maresca alla chitarra, con cui ha all’ attivo due album e una decina di tour in Italia ed all’ estero. Come batterista ha collaborato con artisti italiani ed internazionali: Okapi (turntablist), Fabio Recchia (live electronics), Ava Mendoza (chitarra), Joe Lally (basso), Alessandro Riccardi (chitarra), Luca Venitucci (fisarmonica).
Percussionista e vibrafonista, curatore e performer di sonorizzazioni dal vivo di film e spettacoli teatrali (con il gruppo di videomakers Aqua Micans, teatro Vascello, teatro di Tor Bella Monaca di Roma), si è esibito in contesti di musica classica contemporanea alle percussioni (pezzi di Steve Reich con la IUC, Aula Magna della Sapienza) e al piano (Erik Satie, all’ interno del “Festival delle Scienze 2012”, Auditorium Parco della Musica).

http://aytheband.bandcamp.com/album/sanba

Lorenzo Nada
www.godblesscomputers.com

FAVELA FUNK – One Nation Under A Groove

SABATO 14 LUGLIO

djs LELLI, FRANK, FEDERICO F

a La Favela Chic

dalle ore 22.30

l’ineguagliabile festa della Favela, ottava edizione.

Entrata libera e danzante

Da otto anni la festa funk coi migliori djs, nata per puro divertimento dei Favelanti e divenuta ormai un evento pubblico imperdibile.

A piedi nudi nell’aia della Favela, il suono dei vinili, si entra gratis e per una notte non si pensa che a ballare.

Quest’anno la grande novità:

nel bel mezzo della festa sul beat di One Nation Under a Groove dei Funkadelics,

la pista si apre a corridoio e si fa…

SOUL TRAIN

ognuno si prepari un passo

come si fa?

guardate qua qua qua

I nostri amati djs:

FEDERICO F – Afro-Latin-Boogaloo

LELLI – Superfunkexperience-Rare Groove

FRANK – Deep Funk

 

Al Calar del SOL – 2 LUGLIO

la Rassegna di musiche originali, alla Favela.
Ogni primo lunedi dei mesi estivi, in cortile al tramonto.

Lunedi 2 luglio
ore 20.30 ANDREA GROSSI – Voce, chitarra e canzoni
(buffet dell’orto!!!)
ore 21.30 GUANTANAMO 5et

prima e dopo Dj set LORENZO NADA

____________________________

ANDREA GROSSI

Cantautore attorcigliato. Accumulatore di esperienze. Affascinato dal contrasto. Amante del paradosso.

https://www.facebook.com/andreagrossicantautore

GUANTANAMO

Pasquale Mirra – Vibraphone
Fabrizio Puglisi – Piano, Synth ARP
Davide Lanzarini – Double Bass
Danilo Mineo – Percussion
Gaetano Alfonsi – Drums

Un quintetto esclusivo costituito da strumenti ritmici e dalla forte connotazione percussiva che mette il “ritmo” al centro della musica. L’ ispirazione nasce dal grande patrimonio della tradizione afro-cubana con un repertorio in parte originale caratterizzato da un tocco di acida psicadelia ed in parte costituito da “classici” di Chucho Valdes, Bud Powell, Ernesto Lecuona, Lennie Tristano e Thelonious Monk rivisitati in chiave latina: i cinque musicisti si muovono dal latin jazz al cubop a composizioni originali impastandoli con danzon, rumba e son cubano. Il risultato finale è un viaggio sonoro che fonde tradizione e modernità con destinazione “Guantanamo”.

https://www.facebook.com/pages/Guantanamo

LORENZO NADA DJ

http://godblesscomputers

Al Calar del Sol – 4 giugno

Nuovissimo programma per il Calar del Sol 2012

si parte il 4 GIUGNO! Dove si va? Sotto il Fico.

Primo dei 4 appuntamenti estivi con la Rassegna di musiche originali, alla Favela.
Ogni primo lunedi dei mesi estivi, in cortile, al tramonto.

Lunedi 4 giugno
ore 20.30 CARLO MAVER – Storie di Bandoneon
Buffet dell’ Orto: piatti fantasia dalle menti di MARGHERITA e VALERIA, km zero
ore 21.30 MARTA RAVIGLIA 5et “Mansarda”

NOVITA’ 2012: prima e dopo Dj set a cura di LORENZO NADA

____________________________

CARLO MAVER

Flautista , bandoneonista e compositore.
Si avvicina tardi alla musica e si diploma in flauto traverso presso il conservatorio GB Martini di Bologna con il M° Giorgio Cagnoni. Entra in con tatto con il Jazz grazie al M° e amico Teo Ciavarella che lo porta a condividere esperienze musicali con musicisti come Hengel Gualdi, Cheryl Porter, Eddie Gomez, Antonio Marangolo, Javier Girotto, Francesca Sortino, Felice Del Gaudio, Nicola Stilo, Simone Zanchini, Stefano De Bonis.
Si avvicina al bandoneon diatonico, strumento tedesco adottato dalla musica argentina, diventando allievo del grande bandoneonista Dino Saluzzi.
Fonda un proprio gruppo il Maver Quartet con il quale registra due dischi : Spaesaggi e 12 Nodi , completamente composto da brani originali.Collabora in varie registrazioni e le sue musiche fanno parte degli archivi Rai e Mediaset.
Svolge un intensa attività concertistica in Italia e all’estero in paesi come Australia , Albania , Afganistan , Francia , Portogallo , Spagna , Etiopia e Turchia.
www.carlomaver.it

MARTA RAVIGLIA

Cantante, improvvisatrice e compositrice, frequenta da sempre musiche avventurose.
Consegue il diploma accademico di primo livello in musica jazz presso il Conservatorio «Licinio Refice» di Frosinone con il massimo dei voti e la lode sotto la guida di Cinzia Spata e Diana Torto e il diploma accademico di secondo livello in musica jazz presso il Conservatorio «Santa Cecilia» di Roma con il massimo dei voti e la lode sotto la guida di Maria Pia De Vito.
È, inoltre, laureata in lingue e letterature straniere presso l’Università di Roma «La Sapienza» con il massimo dei voti e la lode con una tesi in letteratura anglo-americana seguita da Alessandro Portelli e Francesco Giannattasio.
Affascinata dalle infinite possibilità espressive della voce, si confronta con repertori sempre diversi e canta stabilmente in diverse formazioni tra cui: il quartetto a suo nome con Simone Sbarzella, Roberto Raciti e Claudio Sbrolli; Vocione, il duo con Tony Cattano; il duo con Manuel Attanasio; il trio con Pierluigi Balducci e Maurizio Brunod; Mansarda, quintetto con Henry Cook, Giacomo Ancillotto, Roberto Raciti e Francesco Cusa; il duo con Cristina Biagini. È, inoltre, membro del collettivo Franco Ferguson.
È stata diretta, tra gli altri, da John Tchicai, Bruno Tommaso, Giovanni Agostino Frassetto, Paolo Paroni, Eugenio Colombo e Gabriele Verdinelli e ha collaborato con l’Orchestra Jazz della Sardegna, la Big Band della Radio Nazionale Bulgara, la Corale Polifonica Santa Cecilia di Sassari, il Coro del Friuli Venezia Giulia, la Franco Ferguson Amazing Orchestra, Tino Tracanna, Ettore Fioravanti, Paolo Fresu, l’ensemble di percussionisti Odwalla.
Ha preso parte a importanti rassegne tra cui: Umbria Jazz Winter, Calagonone Jazz Festival, Nuoro Jazz, Lucca Jazz Donna, Terni in Jazz Festival, Villa Celimontana Jazz Festival, Jazzin’ Sardegna, Jazzità, Segni di Jazz, Valsugana Jazz Tour, Gallarate Jazz Festival, Zingarò Jazz, Euro Jazz Festival d’Ivrea e del Canavese, Carniamonie, Capalbio Libri, Il Moro Jazz, Cinema & Ciociaria, Mercoledì a Palazzo Regio!, Arciliuto Jazz Festival, Valdarno Jazz, John & Jazz, Cose, San Vito in Musica, Seres di Mai, Konzerthaus (Klagenfurt – Austria), Summertime (Casa del Jazz), Ad Occhi Chiusi Jazz, Le Vie Del Suono, Atlante Sonoro, Battute d’Incontro, Sudtirol Jazz Festival, Sergio Amato Jazz Festival, Open World Jazz Festival, Corpi in Movimento, Spaziomusica.
Tra le sue incisioni discografiche si ricordano: Insectet, Insectet (EMN 2006); Spiral Tales, Marta Raviglia Quartet (Alfa Music 2007); Don’t Fence Me In, Marta Raviglia Quartet (autoproduzione 2008); Morfeo, Manuel Attanasio/Marta Raviglia (Monk Records 2009); Vocione, Tony Cattano/Marta Raviglia (Monk Records 2010); Cherry Dance, Pierluigi Balducci/Maurizio Brunod/Marta Raviglia (Monk Records 2010); Jacques Lacan. A True Musical Story, Francesco Cusa Electric/Vocal Skrunch, (Improvvisatore Involontario 2010); Amazing Recordings, M. Raviglia/H. Cook/G. Ancillotto/R. Raciti/F. Cusa (Franco Ferguson 2011); Live at Moro Jazz Festival, Franco Ferguson & John Tchicai Orchestra (Franco Ferguson 2011); Mansarda, Mansarda (Improvvisatore Involontario 2011), Degli Insetti. Entomofonie Immaginali, Marco Ariano (Ned 2011).
Insegna canto jazz presso il Conservatorio di Musica «Luigi Canepa» di Sassari, il Conservatorio di Musica «Antonio Scontrino» di Trapani e il Conservatorio di Musica «Bruno Maderna» di Cesena e tecniche del canto presso il Centro Internazionale «La Cometa» (Triennio di Studi per la Formazione dell’Attore e del Regista). Tiene regolarmente seminari sull’improvvisazione vocale e sull’interazione tra canto e movimento.
Autrice di diversi saggi, oltre che alla musica e alla scrittura, s’interessa anche di arti figurative, fotografia, teatro e danza. È presidente dell’Associazione Culturale Segni di Jazz.

“MANSARDA”

Marta Raviglia, voce/live electronics
Henry Cook, sax alto & baritono/flauti
Giacomo Ancillotto, chitarra/live electronics
Roberto Raciti, contrabbasso
Francesco Cusa, batteria

Questo gruppo affonda le sue radici nel progetto Amazing Recordings, nato sulla base di un’esigenza di documentazione sonora di una parte della scena musicale raccoltasi intorno alle iniziative di Franco Ferguson.
Amazing Recordings ha coinvolto più di trenta musicisti che, assemblati da Franco Ferguson in dodici gruppi, si sono trovati per tre giorni nel luglio 2009 e hanno registrato liberamente i loro suoni, le loro idee, i loro sentimenti. I musicisti di Mansarda hanno suonato tutti insieme per la prima volta proprio durante queste registrazioni. Entusiasti dell’esperienza e del risultato, hanno deciso di rivedersi e Mansarda fu! La musica di entrambe le sessioni è totalmente improvvisata e cerca di combinare lo spirito della creazione estemporanea con quella della tradizionale forma canzone. L’operazione Mansarda vuole essere, e forse deve essere seriale e darà luce con scadenza biennale a una nuova opera, a un nuovo viaggio. Mansarda è il respiro del Minotauro, lo specchio di Perseo, il calice di Dioniso. Mansarda non si arrende mai!
www.martaraviglia.com

DJ NADA
http://godblesscomputers.com/

Blog su WordPress.com.

Su ↑